Home / News / NEWS DAL COA 8 MAGGIO

NEWS DAL COA 8 MAGGIO

IL COA ALL’INCONTRO FBE

Il 18 e 19 maggio si terrà a Bologna un importante incontro della FBE e degli Ordini Forensi Europei, l’Ordine di Napoli è stato invitato e ha confermato l’iscrizione alla Federazione degli Ordini europei, anche in relazione alla partecipazione dell’Ordine all’incontro di Bologna del 19 maggio, giorno nel quale verrà eletto il vice Presidente del FBE.

 

NOTTE BIANCA DELLA LEGALITA’

Si è svolta sabato scorso la notte bianca della legalità su iniziativa della Giunta distrettuale dell’ANM presieduta dal dott. Giuseppe Cimmarotta, che ha costantemente condiviso l’organizzazione e le iniziative con l’Avvocatura. E’ stata una manifestazione molto partecipata dai ragazzi delle scuole, da Avvocati e da Magistrati e ha avuto un senso importante per riscoprire la presenza dell’Avvocatura nella società.

 

PROTOCOLLO CON ORDINE DI RIO DE JANEIRO

Il Ca Napoli ha approvato un protocollo d’intesa con l’Ordine di Rio De Janeiro per uno scambio culturale e anche di gestione dei rispettivi cittadini, italiani a Rio e brasiliani in Italia: il protocollo verrà firmato a Napoli. Il prossimo 23 maggio, invece, alcuni avvocati napoletani saranno ospiti di un importante convegno nella città brasiliana.

 

UFFICIO COPIE SENTENZE

Su segnalazioni di molti colleghi circa l’Ufficio sentenze del Tribunale che è in gravissimo ritardo, viene deliberato un immediato intervento del Consiglio.

 

LETTERA DALLA CAMERA DEI DEPUTATI

L’onorevole Roberto Fico, presidente della Camera dei deputati, ha scritto una breve lettera di ringraziamento al Coa Napoli. Ecco il testo: “Egregio Presidente, desidero inviarle i miei ringraziamenti per gli auguri attraverso il suo gentile tramite e rivolgere a tutti i componenti del Consiglio dell’Ordine di Napoli auguri di buon lavoro. Roberto Fico”.

 

EQUO COMPENSO

Molti colleghi sollecitano un nostro intervento per vigilare sulla normativa dell’equo compenso. Chiediamo a tutte le Associazioni di categoria, agli organismi di vigilanza, Banca d’Italia, Confindustria, Ministero dello sviluppo economico, Ministero dell’economia e delle finanze e alle imprese e agli Enti più rappresentativi, di precisare se siano state adottate tutte le misure per adeguare le convenzioni degli Avvocati alla normativa sull’equo compenso. Il Coa Napoli intende intervenire a copertura di Avvocati che sono spesso in uno stato di disagio e anche di sudditanza nei confronti della grande impresa e vigilerà costantemente sulla corretta applicazione della normativa.

 

“CORRI CONTRO LA VIOLENZA”

Il Coa concede patrocinio e supporto alla gara podistica cittadina di 5 km denominata “Corri contro la violenza” che si svolgerà il prossimo 28 maggio.

 

CONTRIBUTO PER IL CONGRESSO DI CATANIA

Il Consiglio all’unanimità ha approvato il contributo di euro 30mila per l’organizzazione del Congresso di Catania: nelle more delle elezioni dei delegati, la cui data sarà fissata nella prossima seduta, sono stati costituiti dei gruppi di lavoro tra i consiglieri che possano approfondire gli argomenti del Congresso per formulare proposte e tracce da condividere con i delegati e avere una posizione unitaria per il Congresso.

 

RICHIESTA PARERE AL CNF SU ARTICOLO 23 DELLA LEGGE FINANZIARIA

E’ stato richiesto al CNF un parere sull’ interpretazione dell’art. 23 della Legge Finanziaria nella parte in cui prescrive a carico degli enti pubblici dotati di un ufficio legale la corresponsione in favore dei loro avvocati-dipendenti di un trattamento economico adeguato alle funzioni, e, segnatamente, in riferimento agli articoli i c. 43 della Legge Regionale della Campania 15 marzo 2011, n. 4 e 30 comma 2,40 comma 3 del Reg. Regionale 15 dicembre 2011 n. 12.

 

 

VADEMECUM TIAP

E’ stato protocollato il vademecum Tiap per gli avvocati trasmesso dal Presidente del Tribunale: nella riunione tenutasi con il Procuratore della Repubblica e con gli Aggiunti sono state accolte alcune istanze dell’Avvocatura. Più precisamente il dott. Melillo ha rassicurato che le notifiche ex art. 415 bis c.p.p per i procedimenti per i quali è prevista la scannerizzazione degli atti verranno fatte partire solo dopo che tutti gli atti di indagine siano stati caricati sul sistema informatico e siano accessibili agli interessati; ha garantito la possibilità di prenotare a mezzo e-mail un colloquio con il P.M. laddove il difensore lo ritenga opportuno, fermo restando la disponibilità dei Sostituti a ricevere gli Avvocati a prescindere dalla fissazione di un appuntamento; ha detto che avrebbe dato indicazioni affinchè gli atti siano visionabili al TIAP anche nella fase processuale successiva alla richiesta di rinvio a giudizio e che – corrispondendo le necessarie marche – laddove la richiesta venga presentata con urgenza potranno essere caricati sul dischetto nell’immediatezza della selezione.

Per quanto concerne la possibilità di utilizzare la Pec anche in uscita per gli Avvocati bisognerà attendere il processo penale telematico.

A margine della riunione ci è stato consegnato il protocollo 1959 del 3/5/2018 del Proc. della Procura della Repubblica di Napoli: si tratta di un provvedimento avente ad oggetto le indicazioni operative ai fini dell’attuazione dell’articolo 269 del c.p.p. e dell’art. 89 bis delle disposizioni di attuazione dell’archivio per la conservazione e consultazione delle intercettazioni.

 

ISCRIZIONI A RUOLO DELLE CAUSE CIVILI

Il COA a seguito della segnalazione relativa alla problematica che attiene ai colleghi che svolgono attività difensiva nell’interesse delle parti convenute in giudizio, riscontrata nella difficoltà di ricercare tali giudizi sul sistema telematico degli Uffici del Giudice di Pace nell’ipotesi di discrepanza tra i dati risultanti on-line e quelli contenuti nell’atto di citazione, invita i coordinatori e i dirigenti degli uffici giudiziari del circondario di Napoli a richiedere all’ufficio del Ruolo Generale che si occupa delle iscrizioni a Ruolo delle cause civili, a verificare la perfetta corrispondenza dei dati contenuti nelle relative note di iscrizione a ruolo con i dati contenuti nell’atto di citazione affinché siano rintracciate tali cause, se iscritte, e in mancanza esorta ad un rilascio immediato dell’eventuale certificato di mancata iscrizione a ruolo.

 

 

 

Top